PARTNERS

Codice Deontologico


del Socio Effettivo ANMB

 

Il presente Regolamento è in fase di adeguamento in base al nuovo Statuto approvato dall'Assemblea dei Soci del 25 aprile 2012.

 

Articolo 1 - Natura delle norme deontologiche

1.1 Il presente Codice Deontologico esplica le elementari regole di
condotta caratterizzate da un contenuto morale all’interno dell’Associazione Nazionale Maestri di Ballo.
1.2 Il Socio Effettivo ANMB (d’ora in poi solo «Socio») è tenuto ad
osservarle nello svolgimento dell’attività professionale.
1.3 Le norme deontologiche si applicano a tutti i Soci nella loro attività,
nei rapporti fra loro, con ANMB e nei rapporti con terzi.


Articolo 2 - Principi Generali

2.1 Il Socio fonda la sua reputazione sulla propria coscienza, obiettività,
competenza ed etica professionale, ricusando ogni influenza esterna.
2.2 Il Socio non fa discriminazione di religione, razza, nazionalità,
ideologia politica, sesso e classe sociale.
2.3 Il Socio nel promuovere la propria attività professionale deve
attribuirsi solo competenze e titoli a lui riconosciuti.
2.4 Il Socio deve basare il rapporto con i colleghi sulla correttezza, lealtà
e chiarezza.

Articolo 3 - Cariche Itituzionali
3.1 L’Associazione Nazionale Maestri di Ballo è costituita nei suoi
Organi ufficiali in Organi Centrali, Organi Periferici e Organi Ausiliari.
a)Gli Organi Centrali prevedono le massime cariche nell’Associazione.
b) Gli Organi Periferici prevedono le cariche a livello regionale.
c) Gli Organi Ausiliari comprendono tutte le Commissioni Nazionali e Periferiche.
3.2 Ogni Socio è tenuto al rispetto delle cariche ricoperte in ordine
di appartenenza e grado.
3.3 Ai singoli Membri degli Organi dell’Associazione non è consentito
invadere sfere di competenza e ruoli che appartengono ad altri.

Articolo 4 - Rapporti con gli Organi Centrali e Periferici.
4.1 Fatto salvo il diritto di critica, ciascun Socio deve comportarsi, nei
confronti degli organismi dell’Associazione, con rispetto e considerazione.
4.2 Il Socio deve rendersi disponibile, nei limiti delle sue possibilità, per
eventuali richieste di collaborazione e partecipazione attiva alla vita dell’Associazione.

Articolo 5 - Doveri del Socio che ricopre cariche istituzionali.
5.1 Il Socio che ricopre cariche istituzionali negli Organi
dell’Associazione deve:
a) Presentarsi alle riunioni rispettando la puntualità;
b) Intervenire nelle discussioni dell’Organo di appartenenza per esprimere il proprio pensiero;
c) Prendere atto e rispettare il suo turno d’intervento;
d) Rispettare il punto in discussione posto all?ordine del giorno;
e) Assumere, su ogni decisione presa, la regola di imparzialità per evitare così di fare apparire interessi soggettivi;
f) Rispettare in modo democratico le decisioni assunte dalla maggioranza dell’Organo di competenza;
g) Mantenere la massima riservatezza di avvenimenti occorsi nello stabilire disposizioni sugli argomenti trattati all’ordine del giorno.
h) Operare con spirito di servizio nei confronti dell?intera categoria per la valorizzazione della professione, nell’interesse dei Soci tutelando la pari dignità e pari opportunità a ciascun di essi;
i) Indicare eventuali iniziative volte a realizzare collaborazioni con associazioni paritetiche, allo scopo di favorire la formazione, la specializzazione dei Soci, quindi il miglioramento delle competenze professionali;
j) Favorire, nel rispetto delle norme che regolano l’Associazione, l’evoluzione e lo sviluppo del senso di identità e di appartenenza alla categoria;
k) Incoraggiare e assecondare la partecipazione di tutti i Soci alla vita dell’Associazione anche al fine di assicurare il ricambio negli Organi in essa previsti;
l) Non avvalersi delle cariche ricoperte per conseguire vantaggi professionali per sé o altri.

Articolo 6 - Rapporto fra colleghi.
6.1 Il Socio deve comportarsi verso i colleghi con correttezza, riguardo,
cortesia e cordialità.
6.2 Rappresentano manifestazioni di cortesia e di stima: la puntualità,
la tempestività e la sollecitudine nei rapporti con i colleghi.
6.3 Rappresenta il riguardo, presentare e/o salutare pubblicamente in
modo consono il collega durante lo svolgimento dell’attività professionale.
6.4 Il Socio non può utilizzare espressioni sconvenienti ed offensive
nello svolgimento dell’attività professionale, nemmeno nei confronti di un comportamento scorretto di colleghi o di terzi.
6.5 Il Socio quando svolge la sua attività professionale deve astenersi
dall’esprimere giudizi o dareinizio ad azioni passibili di cagionare danno alla reputazione dei colleghi.

Articolo 7 - Eventi.
7.1 In qualsiasi evento di ballo e/o danza dove è presente uno staff
tecnico ANMB il Direttore di Gara e/o Direttore dell’evento, è tenuto a presentare i membri degli Organi dell’Associazione intervenuti, nel pieno rispetto della carica ricoperta.

Articolo 8 - Aggiornamento/Formazione professionale.
8.1 Il Socio, in rispetto alla propria etica professionale, partecipa agli
aggiornamenti di competenza laddove previsti.
8.2 Il Socio che intende arricchire il proprio bagaglio professionale lo
può fare attraverso una formazione disciplinata dai testi e dai Regolamenti dall’Associazione.

Articolo 9 - Sanzioni.
9.1 Il mancato rispetto delle norme stabilite nel presente documento è
passibile di sanzioni decretate dal Consiglio Direttivo Nazionale.

SCARICA IL CODICE IN PDF

 


Facebook Twitter MySpace Digg Digg Digg