PARTNERS

Simone Di Pasquale e La Notte delle Stelle


#LaDanzainforma

a cura di Roberta Valenziani

Il 4 febbraio 2017 si è tenuto a Roma l’evento “La Notte delle Stelle” organizzato da Simone Di Pasquale.

L’evento, al quale hanno partecipato quasi 400 ospiti, giunge alla sua quarta edizione e costituisce uno dei fiori all’occhiello delle attività di intrattenimento, ma non solo, della società Twister Entertainment, che fa capo al famoso ballerino di “Ballando con le Stelle”, dal 25 febbraio p.v. nuovamente in onda su Rai 1.

Intrattenimento ma non solo. L’evento infatti  ha coinvolto “attivamente” il circuito di allievi della Personal Dance Academy (PDA) di Simone Di Pasquale, che si sono esibiti in coppia con il loro maestro Personal Dancer nell’ambito di una divertente gara a squadre.

Giudici d’eccezione: il Presidente e il Segretario amministrativo ANMB, rispettivamente Pierluigi Petracca e Giovanni Nicoli, nonché il Presidente IDF, Nino Romano, che hanno contribuito con la loro presenza a supportare il progetto benefico associato all’evento, vale a dire la raccolta fondi da devolvere al Centro Clinico NEMO di Roma per l’assistenza alle persone affette da SLA  e da altre  patologie neuromuscolari.

La Notte delle Stelle è uno degli eventi Twister in programma quest’anno nell’ambito del “Grand Slam del Ballo”, un mini campionato legato al progetto NEMO, che convoglia gli allievi della PDA e tutti gli appassionati del ballo, proponendo un tema diverso per ogni tappa e coinvolgendo sia i ballerini della scuola di  Simone Di Pasquale, sia collaborazioni artistiche esterne. In questo caso, un gruppo musicale di 7 elementi che ha accompagnato Simone nel suo spettacolo  “Il Cha Cha Cha non è fatto per me”, i cui originali e divertenti arrangiamenti di brani latin swing anni ‘50/’60 hanno conquistato tutti i partecipanti, schierati in pista per provare un lock! Una serata calda ed elettrizzante insomma, dove la passione per il ballo è stato il vero comune denominatore.

Ma al di là di questa breve cronaca… qual’è l’idea di fondo, o se preferiamo,  l’essenza della proposta della Personal Dance Academy? Il nuovo modo di concepire la scuola di ballo. Il Personal Dancer prende per mano l’allievo e lo segue in un percorso didattico personalizzato, semplice e divertente, ma allo stesso tempo serio e professionale, rispondente alle esigenze e alle caratteristiche specifiche di quell’allievo.

Un metodo moderno, innovativo e dinamico, in continua evoluzione, sviluppato da Simone Di Pasquale in tanti anni di attività sul campo, che affianca alla formazione l’organizzazione di eventi ad hoc, studiati appositamente per consentire agli allievi di esibirsi coerentemente con il loro programma didattico, senza “strafare”.

Quasi 50 allievi, uomini e donne, di diverse età, estrazione, professione, hanno ballato con il proprio Personal Dancer in occasione della Notte delle Stelle. Allievi provenienti  da Roma, Firenze, Bologna. Tutti accomunati dal desiderio di “provare”, forse anche di “stupire”, sicuramente di divertirsi.

Sempre più scuole di danza si stanno affiliando alla PDA, acquisendone il metodo, condividendone la struttura, il modello organizzativo e le svariate attività implementate durante l’anno.

Un grande progetto, impegnativo, ambizioso, in cui la qualità dei contenuti va di pari passo con l’obiettivo fondamentale, vale a dire il raggiungimento di un benessere fisico e mentale che il ballo, da sempre, riesce a donare.



Da sinistra il Pietro Luigi Petracca (Presidente Nazionale ANMB). Nino Romano (Presidente Nazionale IDF), Gianni Nicoli (Segretario Amministrativo ANMB), Simone Di Pasquale (organizzatore dell'evento, Ballerino di Ballando con le Stelle) e Lucio Cocchi (Insegnante di Personal Dance)


La consegna del ricavato della serata.







 


Facebook Twitter MySpace Digg Digg Digg